La settimana del baratto 14-20 novembre 2011

Partiamo dal fatto che in Italia molti gestori di bed and breakfast hanno cominciato ad ac­cettare, in cambio del soggiorno, pagamenti alternativi al contante: vino e prodotti tipici delle regioni degli avventori, ma anche lavoretti di riparazione e persino serate di musica, corsi di chitarra, raccolta delle olive o servizi fotografici. 
Oggi oltre trecento gestori di B&B in tut­ta Italia partecipano alla Settimana del baratto (quest’anno sarà dal 14 al 20 novembre), e molti accettano pagamenti di scambio tutto l’anno (per conoscere chi sono e la loro “lista dei desideri” www.settima­nadelbaratto. it).
Ma anche nella vita di tutti i giorni si può barattare. La formula più semplice è quella dello scambio di oggetti. Un’abitudine che ai tempi delle nostre nonne era quotidiana a livello “familiare” – un esempio per tutti il passaggio dei vestitini u­sati dei bimbi – sta riprendendo ra­pidamente quota in forma sempre più organizzata. 
 
Dopo il fortunato esperimento del bookcrossing di qualche anno fa (la libera circola­zione dei libri), oggi, con l’aiuto di internet, sono nate comunità che si scambiano davvero di tutto: elet­trodomestici e dvd, abiti e bigiotte­ria fatta a mano dagli utenti. La fi­losofia è sempre la stessa: il flusso e il riciclo sostenibile dei beni. 
 
Ze­rorelativo. it, il primo portale italia­no di questo genere (20.500 utenti iscritti), come pure si è già affermata anche qui la moda Usa degli “swap party”: incontri privati o pubblici organizzati per barattare abiti e non solo.

——-
Rendi possibili i tuoi obiettivi:

www.targetnavigator.it
www.facebook.com/TargetNavigator
www.twitter.com/TargetNavigator
www.progettodimostra.it