Fare sistema per vincere la sfida del turismo

"Da soli non si va da nessuna parte. E’ necessario che i finanziamenti che la Regione Puglia sta per erogare vengano spesi in funzione di una visione strategica comune a tutti gli aderenti al GAL". Forti e dirette le parole di Roberto Lorusso agli imprenditori del settore agrituristico intervenuti durante il seminario organizzato dal GAL (Gruppo di azione locale) conca barese lo scorso 10 maggio presso Palazzo Stella di Toritto, con l’obiettivo di illustrare le misure di finanziamento della Regione Puglia in questo settore.

Dopo gli onori di casa del sindaco di Toritto, Michele Geronimo, ha introdotto la relazione degli esperti l’Avv. Antonio Bacellieri, presidente del GAL e sindaco di Sannicandro. Dati tecnici inerenti la misura 311 az. 1-4, volta a finanziare l’avvio e ammodernamento di strutture ricettive e valorizzazione dei prodotti agro-alimentari ed artigianali, sono stati forniti da Nino Giorgio, del coordinamento C.da mis. 311 e da Vito Dipierro, responsabile Regione Puglia per la misura.
Roberto Lorusso ha parlato del settore del turismo sfatando alcune miti:

– la maggior parte del turismo in Italia, proviene da flussi internazionali. Falso, l’80% è di origine domestica;
– la maggior parte del turismo si muove in aereo e ha bisogno di infrastrutture logistiche importanti. Falso, la maggior parte dei turisti si muove con mezzi di superficie;
– il turismo è composto in gran parte da viaggi di piacere. Falso, la maggior parte degli spostamenti è legata alle conferenze e al business.

E tanti altri ancora. Nel corso del suo intervento, ha ribadito l’importanza del fare sistema, perchè "invece di spendere cinque euro ciascuno, possiamo mettere insieme una quota importante e promuovere azioni di comunicazione a livello di GAL. In molti Paesi questo già avviene in maniera efficacie e sono paesi che hanno l’1% del patrimonio artstico, storico e naturale che abbiamo noi."
Ha messo in evidenza, inoltre, la considerazione che la politica ha del turismo: "Sapete come si sceglie l’assessore o il ministro al turismo? Decisi i ruoli chiave che devono andare agli alleati più stretti, se c’è qualcuno che avanza qualcosa, gli si da la delega al turismo."
Per attrarre i turisti nella nostra terra, "è necessario imparare l’arte dell’accoglienza in modo che chi oggi viene da me, domani si ferma da un altro, ma sempre facente parte del sistema Puglia".

Guarda anche:

il video di Bitetto
il video di Palo del Colle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *