Un orto costruito con materiale di recupero sul tetto del caseggiato

Siamo difronte ad un magnifico ed interessante movimento che si sta estendendo in tutta Italia. Come al civico numero 10 di via Gandusio, a Bologna, sul tetto c’è un orto: lo coltiveranno gli abitanti del caseggiato – molti sono anziani – dividendosi la fatica prima e il raccolto poi. L’orto è una novità per più di un motivo: non solo perché non è così scontato coltivare i pomodori più vicino al cielo che alla terra, ma anche perché è costruito con materiale di recupero, riutilizzando bottiglie di plastica. La manutenzione è semplicissima, in modo da poter essere effettuata anche da persone non esperte, con un modesto investimento di tempo: non è neppure necessario innaffiare quotidianamente. La passione, questa è la scommessa, arriverà da sé.