L’incontro con Magdi Cristiano Allam


Recentemente ho avuto il grande onore di fare amicizia con Magdi Cristiano Allam. Ci siamo incontrati a Milano e per prima cosa ho capito la sua gioia di vivere, nonostante il fatto di essere l’uomo più scortato d’Italia.
In termini tecnici è sottoposto al <primo livello eccezionale di protezione> il più elevato che ci sia (non prevede alcun limite nella attribuzione di uomini e mezzi), riconosciuto solo a chi rischia davvero la vita.


Ha ricevuto minacce di morte da parte del terrorismo islamico per il fatto di essersi convertito a Cristo.
Al termine del nostro incontro, pieno di speranza per il nostro futuro, ci siamo scambiati le nostre ultime pubblicazioni; Magdi Cristiano mi ha regalato il suo libro “Europa Cristiana Libera”.
Vi riporto un piccolissimo stralcio per fare insieme una breve riflessione; Magdi dice: < … compresi che la condizione insopprimibile per raggiungere
la verità è essere uno spirito libero. Libero dentro. Libero di guardare in faccia alla realtà oggettiva e manifesta senza pregiudizi, senza luoghi comuni, senza filtri ideologici, senza mistificazione.
… afferrai il senso profondo del primo dei binomi indissolubili che mi hanno illuminato dentro e guidato nel percorso di spiritualità culminato nel dono della fede cristiana:
Verità e Libertà. Compresi, cioè, che noi non riusciremo a pervenire alla verità se non siamo spiriti liberi, così come non vi potrà essere un’autentica libertà se non si fonda sulla verità>.