La “zona tiepida” dei manager

La “zona tiepida” è quello stato di banale soddisfazione e indifferenza per tutto. Ricorda la vecchia storia della rana bollita, perché se l’acqua è ghiacciata o bollente si salta fuori in fretta, ma se è tiepida si sta meravigliosamente… e si muore. Un uomo tiepido è anche un uomo insapore (ne dolce, ne salato) privo di creatività e di desiderio di futuro. Quando un manager diventa tiepido stiamo nei guai.

Perché la tiepidezza è quello stato di cosciente e voluta mancanza i diligenza e scrupolo, uno stato di continua rilassatezza e di tendenza di fare tutto a metà, trovando pure la scusa: tanto fanno tutti così

 

La tiepidezza nasce da una trascuratezza prolungata delle proprie responsabilità e molto spesso è preceduta da una serie di piccole infedeltà ai propri doveri professionali che non si ha avuto il coraggio di correggere. La negligenza si manifesta nel trascurare abitualmente le relazioni professionali e nell’assenza di mete concrete di miglioramento personale.

Rendi possibili i tuoi obiettivi:

www.targetnavigator.it
www.facebook.com/TargetNavigator
www.twitter.com/TargetNavigator
www.progettodimostra.it