Il videogame entra in sala operatoria

kinectCon grande meraviglia e interesse, ho appreso di un’altra interessante scoperta dell’Università di Washington: l’accessorio Kinect della console Xbox della Microsoft che aiuta in sala operatoria. Ebbene si, verrà usato per interventi di chirurgia non invasiva, per delimitare una zona del corpo umano all’interno della quale gli strumenti che operano possono muoversi, avvertendo il chirurgo della vicinanza agli altri organi, grazie a una telecamera collegata a dei sensori che trasmettono alle mani del medico una risposta tattile come se realmente stesse toccando un organo.
A fronte di qualche modifica hardware, questo strumento di qualche migliaia di euro, permetterà un notevole vantaggio non solo economico (le normali strumentazioni superano i 40 mila euro), ma pratico e indispensabile per il lavoro dei chirurghi.
Ecco ancora una volta, un esempio della creatività, dell’intelletto e della volontà dell’uomo, a sostegno del benessere di tutti.