Fidindustria per le imprese sostenibili

L’impresa sostenibile Un nuovo paradigma di successo

Un cambio di visione e missione, eseguito da imprenditori “saggi”, che hanno abbandonato la consolidata formula “prendi – cresci – usa – getta” (applicato sia alle risorse materiali che alle persone) per dare vita ad una nuova formula: “riusa – risparmia – ripara – rigenera”,  e cioè quella che consente di rinvigorire le possibilità di futuro».

Spesso imprenditori manager, trovano di difficile comprensione l’argomento “sostenibilità”. Lo si ritiene un tema distante dal business o che appartenga a quelle categorie di persone con la testa nel sociale o dell’ambientalismo. Qualcosa di poco a che fare quindi con il duro e pragmatico mondo degli affari e della produzione fondato su logiche di competitività, redditività, crescita di fatturati e quote di mercato. Abbiamo chiesto all’imprenditore e saggista Roberto Lorusso di raccontarci la sua visione in merito, e questo anche per far comprendere, a quanti non ne sono a conoscenza, il perché Fidindustria (consorzio fidi) ha concesso notevole attenzione e garanzie alle imprese che hanno iniziato a comprendere il significato di “sviluppo sostenibile”. «E’ solo una questione di termini. In realtà diventa molto più semplice ed immediato parlare di ‘Asset Management’, o di gestione del capitale. Quando parliamo di capitale dell’impresa, ci capiamo subito, perché parliamo di qualcosa di tangibile (economico, finanziario) o intangibile (la conoscenza, il brand, la reputazione, etc.) molto conosciuto dagli imprenditori. Allora, cos’è per un imprenditore la sostenibilità? È la capacità di rispondere con le proprie scelte, quotidiane e strategiche, alla seguente cruciale domanda: come faccio a gestire gli asset della mia impresamateriali e immateriali, il nostro capitale economico, ambientale e socialein modo tale che il profitto prodotto oggi non comprometta la possibilità di produrre profitto anche domani? In altri termini, come facciamo ad assicurare che le scelte (di produzione, commerciali, finanziarie) di oggi possano rappresentare la base anche per le soluzioni di domani? Possiamo evitare che le soluzioni di oggi si trasformino nei problemi di domani? ».

Ebbene, Fidindustria ha saputo relazionarsi e dare grande fiducia alle imprese che con i loro progetti hanno saputo rispondere a questa domanda. Una risposta che come dice Roberto Lorusso, «richiede un radicale cambio di prospettiva sull’intero paradigma economico dominante. Un cambio di visione e missione, eseguito da imprenditori “saggi”, che hanno abbandonato la consolidata formula “prendi – cresci – usa – getta” (applicato sia alle risorse materiali che alle persone) per dare vita ad una nuova formula: “riusa – risparmia – ripara – rigenera”,  e cioè quella che consente di rinvigorire le possibilità di futuro».