Il Sistema Relazionale del Benessere

Mettiamo in relazione questi indicatori provenienti dalla commissione Stigliz.

1.Standard di vita materiali – 2.Salute – 3.Istruzione – 4.Attività personali – 5.Partecipazione politica e governance

6.Rapporti sociali e relazioni – 7.Ambiente – 8.Insicurezza, di natura economica così come fisica
ed otteniamo il seguente circuito:


descriviamolo:

Disporre di quanto necessario per una vita sostenibile (un città con buoni ed efficienti servizi, la giusta imposizione fiscale, pulita, non inquinata, ecc.) ci consentirebbe, sicuramente, di disporre di maggior tempo per noi e per gli altri.

Il tempo per noi ci permetterebbe di fare cose a favore di una buona salute, ma ci permetterebbero anche di frequentare i luoghi della cultura e dell’apprendimento fare volontariato, vivere momenti ecclesiali e sociali.

Tutto questo ci permetterebbe di poter partecipare pienamente alla vita democratica della città ed alla sua amministrazione, e quindi dare il nostro contributo per migliorare gli standard di vita materiali. E sappiamo bene che il raggiungimento almeno degli Standard contribuiscono alla qualità dell’ambiente che a sua volta contribuisce ad una buona salute. Stare bene genera sicurezza rafforzata dal sapere e dalle molteplici relazioni sociali (è l’individualismo che crea insicurezza). 

Una città sicura aumenta il livello degli standard di vita.

e domandiamoci:

Indicatore

Cosa possono fare gli amministratori, perchè:

Standard di vita materiali

si possa disporre di quanto necessario (servizi) per vivere

una vita sostenibile?

Salute

si possa essere in buona salute senza ricorrere a visite specialistiche, farmaci, interventi sanitari?

Istruzione

ci siano le condizioni per incrementare il nostro livello culturale e poter continuare ad apprendere lungo tutto l’arco della vita?

Attività personali

si riesca a meglio distribuire il nostro tempo fra il lavoro retribuito e altre attività?

Partecipazione politica e governance

ci mettano nelle condizioni di contribuire alla scelte amministrative e alla loro attuazione?

Rapporti sociali e relazioni

si possa evitare l’esclusione sociale e si possa imparare a ridurre la nostra propensione all’individualismo?

Ambiente

si possa imparare a come ridurre la produzione di rifiuti, gli sprechi, e indirizzarci verso un consumo ad impatto (ambientale) limitato?

Insicurezza, di natura economica così come fisica

diminuisca il nostro bisogno di “protezione” per guardare serenamente al futuro nella nostra vita sociale ed economica?