Consigli per un orto sul terrazzo di casa.

Per chi fosse incuriosito dall’idea di farsi un orto sul terrazzo e non sapesse da che parte cominciare, ecco qualche indicazione pratica.
Occorrono vasi di diverse dimensioni, terriccio, ghiaia e concimi organici. I semi sono in vendita in bustine nei negozi di giardinaggio: per non comprare semi vecchi, che producono piantine deboli, è consigliabile controllare la data di confezionamento (meglio che non siano stati imbustati da più di un mese) e quella di scadenza. Su che cosa coltivare in balcone c’è l’imbarazzo della scelta. Ecco tre idee semplici:
 
Basilico. I semi vanno piantati tra marzo e aprile, in vasi larghi e poco profondi.
 
Perché la piantina resti rigogliosa fino ai primi freddi, basta annaffiarla ogni giorno e tenerla non troppo esposta al sole. Per favorire la crescita di nuove foglie, eliminare i fiori man mano che si formano.
 
Zucchine. La semina va da aprile fino all’estate. I semi devono essere interrati (con la parte appuntita verso il basso) in vasetti del diametro di 15 cm e poi trapiantati in vasi più grandi quando spunta il germoglio. Le piante vanno annaffiate abbondantemente ogni giorno. I primi frutti spuntano ad aprile: bisogna raccoglierli quando raggiungono una lunghezza di circa 25 cm (non oltre, sennò sviluppano grossi semi poco digeribili).
 
Pomodori. I semi si piantano tra marzo e aprile in grandi vasi. Il pomodoro è una pianta delicata, che va annaffiata molto.
 
La raccolta deve avvenire tra agosto e settembre, quando i frutti sono rossi e maturi. Una pianta coltivata in vaso può produrre 3 kg di pomodori. 

——-
Rendi possibili i tuoi obiettivi:

www.targetnavigator.it
www.facebook.com/TargetNavigator
www.twitter.com/TargetNavigator
www.progettodimostra.it