Sulla Tua parola, d’ora in poi…

Una semplice riflessione scaturita dopo la lettura del Vangelo di oggi 6 settembre 2012.

Pietro dice a Gesù: “Ma sulla tua parola getterò le reti”. E il miracolo si compì. Prima Gesù gli aveva detto: “duc in altum” (prendi il largo, va a pescare anche se non è l’ora giusta per farlo).

Di che miracolo parliamo? Quello della pesca miracolosa. Una pesca inattesa, certo, ma soprattutto una trasformazione, è il miracolo del cambiamento radicale della vita di questi rudi pescatori della Galilea.

Gesù continua: “D’ora in poi sarai pescatore di uomini”. Si tratta di un gioco di parole, ma lo stesso termine ha qui un senso pregnante. Significa il passaggio da una vita a misura d’uomo a una vita a misura di Dio. Da obiettivi immanenti, a obiettivi trascendenti. Dall’orizzonte umano all’orizzonte divino. Perché Dio, che ci ama smisuratamente, nutre per ciascuno di noi maggiori e migliori ambizioni di quanto noi stessi possiamo avere sulla nostra esistenza.

“Sulla tua parola”. E siccome la parola di Dio, è vivente, mi sono detto: “Se io acconsento a gettare le reti ogni giorno, ogni giorno diventerà per me un “d’ora in poi” e la mia vita assumerà orizzonti divini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *