Per i cittadini liberi e responsabili

Vi interessa un testo dell’Antico Testamento (Gdc 9,6-15), che proprio antico non è, anzi mi sembra attualissimo? leggete qua: 
Si misero in cammino gli alberi per ungere un re su di essi. Dissero all’ulivo: “Regna su di noi”. Rispose loro l’ulivo: “Rinuncerò al mio olio, grazie al quale si onorano dèi e uomini, e andrò a librarmi sugli alberi?”  Dissero gli alberi al fico: “Vieni tu, regna su di noi”. Rispose loro il fico: “Rinuncerò alla mia dolcezza e al mio frutto squisito, e andrò a librarmi sugli alberi?”. Dissero gli alberi alla vite: “Vieni tu, regna su di noi”.

Rispose loro la vite: “Rinuncerò al mio mosto, che allieta dèi e uomini,

e andrò a librarmi sugli alberi?”. Dissero tutti gli alberi al rovo: “Vieni tu, regna su di noi”. Rispose il rovo agli alberi: “Se davvero mi ungete re su di voi, venite, rifugiatevi alla mia ombra; se no, esca un fuoco dal rovo e divori i cedri del Libano”».
Non aggiungo altro questa testo è veramente ottimo per riflettere sul nostro atteggiamento quando siamo chiamati ad esercitare la nostra libertà e responsabilità di cittadini (in sostanza quando andiamo a votare, e non solo).