La sostenibilità è un ivestimento.

Agire in modo sostenibile significa saper valutare – in base ad un dato che viene dal passato – che la rinuncia ad un ritorno immediato (profitto a breve, nel presente) produrrà un bene maggiore nel futuro. Per questo la sostenibilità è un investimento. Gli imprenditori comprendono benissimo il significato di investimento. Sanno utilizzare risorse finanziare per acquisire “strumenti” che produrranno profitti (o minori costi) per il  futuro. Rinunciare ad un “profitto a breve” non è sinonimo di investimento? Ed allora perché quando parliamo di sostenibilità non siamo più capaci di essere imprenditori?