Imparare a gestire l'innovazione nelle imprese - robertolorusso.it

Imparare a gestire l’innovazione nelle imprese

GUARDA IL VIDEO

Per creare innovazione, non possiamo permetterci di gestire i processi aziendali sempre nella stessa maniera. Iniziamo a dotarci di metodologie e strumenti capaci di guidare l’impresa verso obiettivi di innovazione a lungo termine.
L’innovazione, infatti, è quel processo con il quale mi spingo oltre i miei modelli mentali, ricercando nuove leve per dare impulso al business della mia impresa.
E’ importante, allora, avvalersi della pianificazione strategica come metodologia che consente all’impresa di determinare le coordinate del mio progetto di innovazione.
I punti fermi da cui iniziare sono: da dove parto e dove voglio arrivare e quali sono le motivazione che mi spingono ad innovare.
Successivamente devo fare in modo che il grande obiettivo che voglio raggiungere attraverso un processo di innovazione sia definito in più obiettivi e scomposto in step successivi, in modo da facilitarne il raggiungimento.
Non è finita. Stabilisci con certezza "cosa significa raggiungere un obiettivo", in modo da sapere in maniera oggettiva se l’hai raggiunto o meno.
Sto parlando degli indicatori di risultato che danno la misura concreta e quantificata dell’obiettivo che vuoi raggiungere.
Ad esempio: se voglio innovare i processi di fidelizzazione dei clienti, potrò pormi l’obiettivo di aumentare il numero dei clienti che fanno più di un acquisto all’anno. Quanti devono essere? 10? 15? 50? Stabilirlo è fondamentale e misurarne la percentuale di raggiungimento ancora di più.
Un processo di innovazione richiede un investimento di risorse (economiche, tecnologiche, umane, finanziarie, ecc.) che è proporzionale alla portata dell’innovazione stessa.
Dobbiamo, quindi, avere il coraggio di investire, anche quando i tempi non lo permettono.
E’ ovvio che un finanziamento pubblico (ben venga!) può alleggerire le fatiche di una PMI che investe in innovazione.
Spesso accade, però, che la nostra richiesta di finanziamento non è totalmente motivata dall’innovazione….
Questo tipo di approccio può alleviare nel breve e magari risolvere qualche problema (liquidità? costi?) ma nel lungo termine non risolvono nulla, perchè i processi dell’impresa (e quindi i modelli mentali dell’imprenditore) rimangono sempre gli stessi.
Ciò che non cambia (lo insegna bene la natura), è destinato a soccombere.

Progettare l’innovazione può essere relativamente semplice, gestirla un po’ meno.
Per fortuna, come ho spiegato in due incontri dedicati all’argomento, esistono strumenti in grado di supportare le nostre imprese in questi processi e facilitare il raggiungimento degli obiettivi a lungo termine, allendandoci ad una virtù che stiamo lentamente perdendo: la disciplina.
Non voglio perdere tempo a raccontartelo. Preferisco che tu lo veda direttamente: Target Navigator.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *